CHINO & STEPHEN McGREGOR ON TOUR

  • Agente: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

BIO

I figli del famoso cantante giamaicano Freddie McGregor, Daniel “Chino” McGregor e Stephen “Di Genius” McGregor, sono cresciuti seguendo il padre nei suoi tour in giro per il mondo e osservandolo nel suo studio di registrazione Big Ship mentre produceva la sua musica e quella di altri luminari giamaicani tra cui Judy Mowatt, Luciano e l’ultimo Dennis Brown. Come il padre, la cui carriera ebbe inizio a soli 7 anni, Chino e Di Genius hanno entrambi dimostrato un precoce talento musicale, come strumentisti, produttori, scrittori di canzoni e cantanti. Chino è un sing-jay riconosciuto a livello internazionale, autore di numerose hits sia reggae che di dancehall music, tra cui “Red Bull and Guinness”, “Pon Yuh Head” e l’inno motivazionale “Never Change (From Mawning)”. Chino ha cantato accanto al padre in diverse tracce come “There’s A Reward for Me”, che appartiene all’album di Freddie che ha ottenuto la nomination ai Grammy “Anything For You”; è stato premiato come Miglior Sing-jay Uomo ai Jamaica’s Excellence in Music and Entertainment Awards nel 2010 e come Entertainer of the Year ai Linkage Radio Awards (a New York City) nel 2011. Il grandissimo successo della musica di Chino gli ha procurato diversi importanti contratti come testimonial in Giamaica per compagnie quali Coca Cola e Nestlé. Il fratello minore di Chino, Stephen, ha iniziato la sua carriera di produttore all’età di 12 anni; due anni dopo ha creato il suo primo dancehall riddim di successo, The Cartoon. Di Genius, da allora, ha accumulato un curriculum di produzione molto vasto e guarnito di star, che include hits per vari artisti, come stelle della dancehall music quali Sean Paul, Vybz Kartel e Mavado, il cantante hassidico Matisyahu, cantanti R&B come Ne-Yo ed Estelle e la popstar Nelly Furtado. Stephen ha prodotto varie tracce dell’album di suo padre dal titolo “Di Captain” e l’intero album eponimo del fratello Chino nel 2011; è stato uno dei produttori dell’album “Mali Is”, del rapper cristiano Mali Music e che ha ottenuto la nomination ai Grammy nel 2015, e ha recentemente terminato la produzione dell’album “Soulrocker” di Michael Franti (con i Spearhead), a breve in uscita. Come cantante e creatore di tracce, Di Genius ha scalato le classifiche di dancehall music con varie sue hit autoprodotte, come “Can’t Take Wi Life” e “Cyan Friend Again”. L’ultimo progetto di Chino e Stephen, “Great Minds Think Alike” (“GMTA”), mette in evidenza vari artisti innovatori che, pur appartenendo a vari generi, hanno contribuito alla crescita musicale dei due. “È stata un’idea Stephen quella di riunire i “GMTA”, così da creare un album ben ponderato dall’inizio alla fine, con molte esclusive, che raccontasse una storia, mostrasse quali sono state le nostre influenze e spiegasse chi siamo noi come musicisti”, commenta Chino. “Con quest’album vogliamo rendere omaggio a chi ha contribuito alla nostra crescita, e l’abbiamo chiamato “Le Grandi Menti Pensano Nello
 
Stesso Modo" proprio perché è un melting pot di grande musica, aggiunge Stephen, che dà il suo contributo vocale, accanto a Chino, in ogni traccia. L’innovativa produzione di Stephen pone brillantemente accanto brucianti ritmi delle radici del reggae e disinvolti ska beats, solchi R&B contemporanei e frammenti soul vintage, musica live e motivi campione ripetuti, parole cantate e parlate in un’ambiziosa e allo stesso tempo coesiva odissea musicale. Si dice che la profondità delle radici di un albero determini la forza dei suoi rami: nonostante i loro rispettivi nomi vengano associati ad un artista e produttore della dancehall music, Chino e Stephen rendono omaggio alla fondazione della musica giamaicana con la traccia di apertura di “GMTA”, “Roots Sound”. Classici riddim giamaicani come Water Pumpy e Della Move rimandano alle forti radici reggae, così come band storiche quali Third World e Inner Circle. “Abbiamo deciso di aprire l’album con le vere radici, perché le radici reggae hanno spinto la Giamaica “pon top” (al top)”, afferma Stephen, “così rendiamo omaggio alla cultura che c’era prima di noi, alle persone che ci hanno dato l’opportunità di fare ciò che facciamo oggi”. Le radici reggae si sentono attraverso tutto l’album “GMTA”, come anche nel primo singolo “Zero Tolerance”, uscito a fine marzo, con annesso un video musicale trasmesso spesso e in maniera costante sulle reti BET (Black Entertainment Television). Traendo ispirazione dalle intransigenti posizioni di movimenti come Black Lives Matter e Occupy, così come dalle proteste delle comunità giamaicane più povere, “Zero Tolerance” esprime il rifiuto di sopportare una continua oppressione. “Le parole di questa canzone sono venute fuori in maniera naturale perché è ciò che le persone dicono ormai da molto tempo”, spiega Chino. “È un testo che esterna un pensiero che risuona in ogni dove, perché queste sono istanze globali, quante ingiustizie ancora e quante disuguaglianze potranno tollerare le persone?”.
 
“La portata ed il concetto dell’album sono totalmente non ortodossi, si torna indietro per rendere omaggio”, dichiara Chino. “Bob Marley e Dennis Brown, Shabba Ranks e Super Cat, Michael Jackson e Whitney Houston, Biggie e Tupac, il nostro scopo nel fare musica non è solo compiacere noi stessi, ma rendere orgogliose tutte le persone, quelle che stanno vivendo così come quelle che ci hanno lasciati. Tramite ciò, speriamo, potremo influenzare un’altra generazione”. “Great Minds Think Alike” è pronto per uscire nella primavera del 2017, in formato sia digitale che fisico, attraverso The Orchard.

DATES

Nessun evento

 

PAST DATES

Nessun evento